OBSERVATORY SWG

Data is a powerful tool to get orientation in a rapidly changing world. Faced with today's great transformations, every day we are called upon to make courageous and conscious choices. Knowing the directions of change is essential to overcome the fear of the unknown and seize future opportunities.

Since 1997 we have provided a continuous Observatory of Italian public opinion.

It is a coordinated system that analyses the country and its citizens, based on more than 60 thousand interviews per year and divided into annual and weekly surveys. Its aim is detecting changes, drives and fractures in public opinion.

Globalization challenges, consumers' needs, voters' desires, the hopes of young people, environmental awareness and new values constitute a unique accurate and complete stream of information.

Our long-standing archive contains everything you need to understand the present reality and imagine the future, also thanks to perceptive and predictive indices and indicators developed over time. Our archive is a window on tomorrow's Italy.

Our weekly survey integrates the great longitudinal themes with current events and trends: voting intentions, culture, tourism, finance, work, mobility, sport and social networks.

We share our insights with all those who, like us, are curious and desire an in-depth understanding of every phenomenon. Results are published every week on SWG's website and disseminated through our Newsletter and social networks.

Radar Settimanale, Niente sarà più come prima, 21-27 settembre 2020

  • 1. Economia e lavoro dalla prospettiva delle famiglie

  • Cala di poco la quota di italiani soddisfatti della propria situazione finanziaria

  • La maggioranza non prevede particolari cambiamenti nell’economia famigliare, ma tra i ceti bassi le prospettive sono peggiori

  • Scende al 50% la quota di quanti ritengono il proprio posto di lavoro a rischio

  • Emozioni degli italiani: incertezza sempre in testa, in crescita la rassegnazione, calano vulnerabilità e tristezza

  • Il clima politico dopo il voto

  • Vincitori e vinti alle elezioni: nessuno spicca in modo netto, ma a PD e Fratelli d’Italia viene attribuita la performance migliore

  • Opinioni contrastanti sui possibili esiti del voto sul Governo. Il 44% ritiene che non cambierà nulla

  • Il successo delle liste dei presidenti è dovuto soprattutto alla credibilità personale e a candidati più legati al territorio

  • Nella scelta tra partito o lista civica il 43% si affiderebbe ad una formazione tradizionale, il 20% alla civica

  • Intenzioni di voto: Lega in calo, ad approfittarne è solo FdI

  • 3. La mobilità

  • Mobilità ridotta per il 64% degli italiani rispetto all’anno scorso. Si muovono meno gli anziani e quanti risiedono nei grandi centri

  • Mobilità post emergenza Covid-19: solo i mezzi privati sono ritenuti davvero sicuri

  • Aumentata solo la quota di chi si sposta a piedi, in auto, in bici o monopattino

  • Più della metà degli italiani e il 65% di chi vive nelle grandi città prevede un aumento dell’uso di bici o monopattini in condivisione

  • Mobilità quotidiana più complicata rispetto al pre-pandemia per quasi 4 italiani su 10