OBSERVATORY SWG

Data is a powerful tool to get orientation in a rapidly changing world. Faced with today's great transformations, every day we are called upon to make courageous and conscious choices. Knowing the directions of change is essential to overcome the fear of the unknown and seize future opportunities.

Since 1997 we have provided a continuous Observatory of Italian public opinion.

It is a coordinated system that analyses the country and its citizens, based on more than 60 thousand interviews per year and divided into annual and weekly surveys. Its aim is detecting changes, drives and fractures in public opinion.

Globalization challenges, consumers' needs, voters' desires, the hopes of young people, environmental awareness and new values constitute a unique accurate and complete stream of information.

Our long-standing archive contains everything you need to understand the present reality and imagine the future, also thanks to perceptive and predictive indices and indicators developed over time. Our archive is a window on tomorrow's Italy.

Our weekly survey integrates the great longitudinal themes with current events and trends: voting intentions, culture, tourism, finance, work, mobility, sport and social networks.

We share our insights with all those who, like us, are curious and desire an in-depth understanding of every phenomenon. Results are published every week on SWG's website and disseminated through our Newsletter and social networks.

Radar Settimanale, Niente sarà più come prima, 11-17 maggio 2020

  • RADAR #covidisruption

  • 1. I vissuti degli italiani

  • Una situazione economica che peggiora e faticherà a riprendersi

  • Si consolida la volontà di riaprire tutte le attività e diminuisce il timore di perdere il lavoro

  • C’è un grande bisogno di respirare a pieni polmoni e di riprendersi dallo stress emotivo di questi mesi

  • Tante le azioni che sono ancora percepite come pericolose

  • Nella scelta tra locali all’aperto o al chiuso, gli italiani non hanno dubbi

  • 2. Si riaccende il dibattito politico

  • Scarcerazione dei boss: uno sbaglio per l’83% degli italiani. Gli elettori delle forze di opposizione sospettano un’influenza mafiosa

  • MES: prevalgono i contrari, gli elettori M5S più in sintonia con il centrodestra che con il PD

  • Elettori divisi sul caso Aisha: nel PD e M5S c’è più apertura al riscatto come soluzione ultima, nettamente contrari gli elettori FdI

  • Mascherine: la difficoltà di reperirle a prezzi calmierati imputata soprattutto al Commissario del Governo e ai produttori

  • Decreto rilancio: bene per la metà del Paese, ma 1/3 si lamenta per le tempistiche e l’insufficienza delle misure per le imprese

  • Elettori dei partiti di opposizione: è tempo di archiviare la fase di dialogo e tornare ad intervenire in maniera incisiva

  • Intenzioni di voto: balzo del PD, arretra il centrodestra

  • 3. Il resoconto dei cittadini sul sistema sanitario

  • Gestione dell’emergenza: Sistema Sanitario Nazionale complessivamente promosso da Nord a Sud

  • Promossi medici di famiglia e pronto soccorso. Gravemente insufficienti i dispositivi di sicurezza per il personale medico

  • Visite mediche: studi specialistici, ambulatori dei medici di base e ospedali pubblici i luoghi dove ci si sente più sicuri

  • Circa la metà degli italiani si sente tranquillo a recarsi dal proprio medico o dal dentista. Qualche timore in più per il pronto soccorso

  • Le sfide per la sanità: un piano preventivo, incremento degli investimenti e rafforzamento della medicina territoriale

  • Il futuro della sanità dovrebbe puntare ad una maggiore capillarità territoriale delle strutture sanitarie

  • Secondo quasi la metà degli italiani tamponi e test sierologici andrebbero somministrati a tutti

  • Test del Coronavirus: un quarto degli italiani lo farebbe anche a pagamento, il 36% lo vorrebbe fare ma gratuitamente